Set It Off, Queen Latifah confessa: ‘ecco perché accettai un ruolo da lesbica nel 1995’

Condividi

1017_496250180406860_1302962406_n

Queen Latifah si è sempre rifiutata di parlare della propria sessualità, spesso chiacchierata ad Hollywood.
Nel corso della propria carriera d’attrice, però, l’ex rapper ha più volte interpretato personaggi LGBT.
Lo scorso anno è diventata la cantante bisex Bessie Smith per il film HBO, mentre nel 1996 sbarcò in sala con Set It Off – Farsi notare, titolo in Italia praticamente sconosciuto, diretto da F. Gary Gray e interpretato tra le altre da Jada Pinket e Vivica A. Fox. Protagoniste 4 donne afroamericane di Los Angeles, con il personaggio di Latifah omosessuale.
Scelta difficile, ha confessato oggi Queen all’Huffington Post, visto che nel 1995 Hollywood era ancora estremamente omofoba e sessista, ma ancora oggi da lei orgogliosamente difesa.

‘Quando ho ottenuto il ruolo di Cleopatra ‘Cleo’ Sims in Set It Off, mi sono seduta con i miei fratelli più piccoli e ho detto loro: “Sentite, sto andando ad interpretare un personaggio gay. I vostri compagni di classe potrebbero prendervi in giro o dire cose negative sul film e su di me, ma io lo faccio perché credo di poter portare una positiva attenzione nei confronti della comunità afro-americana gay, e credo che possa fare un grande lavoro come attrice. Lo capirono, e quando a scuola capitò quello che avevo previsto, furono pronti’.

Lo scorso anno, quando è stata premiata ai GLAAD Media Award per Bessie, si credeva che Queen Latifah potesse fare coming out. Attesa vana, visto e considerato che durante il discorso di ringraziamento ha citato i cugini omosessuali e la zia lesbica, che l’ha di fatto cresciuta.

Autore

Articoli correlati

  • Watkin

    Anche il personaggio di Mama Morton in “Chicago” non è inteso essere proprio proprio eterosessuale, eh….