Festa del Papà, auguri anche a quei gay che vorrebbero ma che al momento mai potranno festeggiarla

Condividi

article-0-12499EE3000005DC-878_634x838Se vivi in Italia, sei gay e sogni di diventare padre, le strade disponibili sono due:

ti fingi eterosessuale, conquisti una donna, vivi una vita di menzogne e la metti incinta;
spendi decine di migliaia di euro per sostenere una maternità surrogata estera, mandando giù tutti quegli insulti che al tuo ritorno ti rovesceranno contro, neanche avessi scippato un bebè da una nursery ospedaliera.

Altre strade, nel Bel Paese, non se ne conoscono, e non tutti hanno la disponibilità economica per poter intraprendere la via della surrogazione.
Certo, chi non ha mai avuto un’amica che tra il serio e il faceto gli ha più volte promesso ‘fallo con me un figlio’, ma sono casi limite che di fatto aggirano il problema.
Perché per lo stato italiano un gay non può e non deve essere padre. Un e/orrore certificato dal DDL Cirinnà, visto l’addio a quella stepchild adoption tanto strumentalizzata a discapito di tutti quei figli che già esistono, e che tale rimarrà fino a quando il Governo non permetterà anche ai single, omosessuali compresi, di adottare.
Solo allora il 19 marzo potrà esser considerato Festa a tutti gli effetti, e non solo per chi è già padre ma anche per tutti quelli che avranno finalmente la concreta possibilità di poterlo diventare.

Autore

Articoli correlati

  • Flip

    Grazie Apo! 56 anni da 35 con lo stesso uomo conosciuto in università. Avremmo sempre voluto avere figli ma purtroppo la paternità ci è stata negata. Non è possibile neanche prendere in affidamento nè adottare… Spero che in un futuro non troppo lontano sarà possibile ad altri italiani. Noi non abbiamo più l’età…

  • fabulousone

    Ciao Flip, l’affidamento di minori e l’adozione di ragazzi dai diciotto anni in su potrebbero essere strade percorribili nel vostro caso: a quanto so entrambe le opzioni sono aperte a singole persone anche cinquantenni e nel caso dell’affidamento ci si potrebbe proporre anche in quanto coppia, specie a seguito dell’approvazione del ddl Cirinnà il quale riconosce le unioni civili come nuclei in cui vi è vita familiare (art. 1, comma 12). Tenete d’occhio anche le norme riguardanti l’adozione di minori in casi particolari, magari una di queste può fare al caso vostro. Chiedete in ogni caso a Rete Lenford, vi sapranno dire.

  • fabulousone

    Mi associo agli auguri di questo post.
    Spero che anche questo Paese riconosca presto ai gay piena possibilità di diventare genitori, attraverso l’adozione così come la surrogazione.

  • sticazzi

    Alcuni di quei bambini invece non potranno MAI festeggiare la festa della mamma!

  • Shkval

    Ma avranno la fortuna di avere due papà con due cervelli funzionanti. Cosa che a te è stata negata. Dovresti scendere in piazza a protestare contro la natura per essere stato discriminato.

  • Shkval

    Considerati i tempi dell’adozione e l’età dei coniugi sarebbero fuori da qualsiasi graduatoria.

  • Personcina

    Nel caso di due mamme lesbiche la festeggeranno due volte. I figli di coppie gay invece a quella del papà festeggeranno il doppio.

  • fabulousone

    L’affidamento, l’adozione di minori in casi particolari e l’adozione di maggiorenni hanno regole diverse rispetto all’adozione classica. Io consiglierei di chiedere info a Rete Lenford e, nel caso, di tentare.

  • Flip

    Ok grazie! Ci informeremo!

  • Andrea

    Già

  • sticazzi

    Io non vedo fortuna a negare il diritto a un essere vivente di sapere chi sono i propri genitori biologici

  • Shkval

    Sarà perché da buon omofobo dai più importanza alla provienenza sulla carta d’identità di ovuli e spermatozoi invece che a tutte le altre cose che danno valore ad una vita.

  • Eleinad

    In realtà con la stepchild adoption non sarebbe cambiato niente, perché adottare il figlio del partner è una cosa, adottare un figlio dal nulla è un’altra.
    La stepchild avrebbe sanato il primo caso, ma non il secondo.

  • Marco

    ….e che alla prima occasione accendono grindr per andare a scopare o farsi scopare da qualcun altro mentre il figlio è a casa.

  • Gelido

    come tutti i bravi papà e le brave mamme etero… non fa una piega!