x

Nuzzo e Di Biase, niente nozze finché non si potranno sposare anche i gay

Condividi

nuzzo-e-di-biase_0FullSize

Io non mi sposo perché per me sarebbe un privilegio. Non tutti possono farlo. Io assieme a loro non andrò a metterlo la firma. Solo nel momento in cui non sarà un privilegio per pochi, ma un diritto per tutti, solo in questo momento andrò a sposarmi. “La mancanza di normativa ti porta a non essere tutelato. Io sono finito ultimamente in ospedale e, solo perché Maria non è mia moglie, non l’hanno fatta entrare”. “Noi pensiamo che la famiglia è l’insieme di individui che tu scegli, con cui trascorri la tua vita. E certe volte può capitare che in questo tipo di famiglia rientrino i parenti, ma quasi mai. La televisione è il posto giusto per parlarne perché arriva a più persone, visto che non ci sono le leggi. Noi siamo a favore di tutte le unioni civili, etero, gay, tra amici. Vanno tutelate tutte le convivenze di fatto, ad esempio tra persone che condividono la casa perché costa meno. Se queste situazioni esistono vanno trovate delle leggi per regolamentare la loro esistenza“.

Via TvTalk (fonte GossipBlog), i due comici Nuzzo e Di Biase (lei mi fa morir dal ridere) hanno così motivato il perché non siano ancora marito e moglie, anche se coppia da ‘sempre’. Perché il matrimonio è un diritto di tutti. Sante parole.

Autore

Articoli correlati