Donald Trump, sei membri del consiglio lo scaricano: ‘non ha alcuna strategia per affrontare l’HIV e l’AIDS’

Condividi

donald_trump_us_gov_commons

Sei membri del consiglio consultivo su HIV e AIDS di Donald Trump si sono polemicamente dimessi accusando pesantemente il presidente a stelle e strisce.
A loro dire, infatti, al tycoon semplicemente ‘non importa niente’ della lotta all’HIV e all’AIDS.
Scott Schoettes, Lucy Bradley-Springer, Gina Brown, Ulysses Burley, Michelle Ogle e Grissel Granados hanno scritto le loro ragioni a Newsweek, sottolineando come questo Governo NON abbia “una strategia di lotta contro l’attuale epidemia di Hiv/Aids”.
Trump e il suo esecutivo non starebbero cercando alcun tipo di informazione utile sull’argomento presso gli esperti del comitato consultivo che può contare fino a 25 membri.
Questi membri, di fatto, non hanno più modo di essere utili alla causa.

“Ancora più preoccupante è che il Governo difende delle leggi che nuoceranno alle persone affette dal virus Hiv e interromperanno o faranno regredire gli importanti progressi realizzati nella lotta contro la malattia”. “Non possiamo ignorare i numerosi segnali inviati dal governo Trump da cui si evince che non prende sul serio l’epidemia attuale e le necessità delle persone affette dal virus”. “Abbiamo dedicato la nostra vita a combattere questa malattia e non possiamo più farlo efficacemente all’interno dei confini di un organo consultivo di un presidente a cui semplicemente non importa nulla”.

Donald Trump, un incubo ad occhi aperti.

Autore

Articoli correlati

  • Bius

    Ma guarda un po’, ma non eri una supporter fino a qualche mese fa?

  • Aran Banjo

    mai stato supporter di nessun candidato… sai non ho una visione adolescenziale e semplificata di buoni Vs cattivi…. capisco che è difficile da capire ma provaci