Flavio Tani, consigliere comunale fa coming out in aula: sono gay

Condividi

12282876_10207274778661388_1813224991_n12305891_10207274778821392_1195154432_n

Il mio intervento è stato molto ragionato. All’inizio non volevo mettermi così tanto allo scoperto. Ma quando ho letto le motivazioni di chi è contrario alla mozione, mi è crollato tutto addosso e ho rivissuto tutto il mio passato. Ho parlato di me per far capire di cosa si parla e che non c’è assolutamente niente di cui avere paura, perché nel nostro sistema scolastico da anni esistono questi percorsi, si tratta solo di porci un’attenzione maggiore. La prima volta che mi dissero “finocchio” non capii cosa mi volessero dire. Capii solo che non era una cosa bella, non conoscevo il significato di quella parola, ma mi faceva sentire diverso dagli altri bambini. Pensavo come mai sono sbagliato? Sono come loro! Quelli delle scuole medie sono stati tre anni lenti e lunghissimi che ho superato solo con la voglia di dimostrare chi c’era dentro quell’involucro. Nessun bambino dovrebbe mai sentirsi come mi sono sentito io in quegli anni. E come me tutti quei bambini che per ragioni diverse non rientravano in canoni considerati “la norma”‘.

Un colpo di scena che ha lasciato a bocca aperta i presenti.
Flavio Tani, consigliere comunale di Calcinaia, in provincia di Pisa, ha così sostenuto la mozione “Educare alle differenze’’ presentata dal suo gruppo «Insieme per il bene comune».
Una discussione sul ‘caso gender’ che stava accendendo gli animi, tanto da portare Flavio allo scoperto.
E a gettar via la maschera. Tanti applausi per lui.

Autore

Articoli correlati