Tanti Auguri MARIA DE FILIPPI

La REGINA del sabato italiano.
Da anni padrona incontrastata di Canale 5, con tre punti inamovibili come Uomini e Donne, Amici di Maria e C’è posta per Te, Maria De Filippi, detta la SANGUINARA, rappresenta probabilmente lo scoglio inaffondabile della tv di cui TUTTI sparlano ma che TUTTI vedono.
Nata a Milano e laureata con 110 e lode in Giurisprudenza, Maria entra nel mondo del lavoro occupandosi dell’ufficio legale di una società di videocassette.
Nata praticamente tra gli rvm, questa FISSAZIONE, come ben sappiamo, non riuscirà mai a togliersela dai coglioni. Vaje a spiegà che so arrivati i dvd, se je la fate, complimenti.
Nel lontanissimo 1989, durante un convegno per la pirateria, a Venezia, conosce Maurizio Costanzo, che all’epoca era praticamente na palletta antistress coi baffi.
Chiamato al convegno come moderatore, Costanzo viene immediatamente colpito dalla voce suadente e femminile della De Filippi, fino a quando la bombola de elio scoppiata in sala venne chiusa e portata via, riportando tutto alla normalità! Ma il danno era ormai stato fatto, Maurizio le aveva chiesto di collaborare per la Simco, società di immagine e comunicazione.
Il suo SI’, OK, arrivò talmente dal profondo della notte che Costanzo perse così de botto 15 kg, da Shirley Tample a Saruman, elio de merda.

Da collaboratrice ad assistente a fidanzata il passo è stato breve, fino all’anno della svolta… il 1993.
Lella Costa, presentatrice di Amici, trasmissione pomeridiana in onda su Canale 5, a poche ore dalla diretta non se trova… rimasta a casa cor cagotto, Lella venne così sostituita all’ultimissimo momento da un’emozionatissima Maria De Filippi.
Quello fu un pomeriggio storico per la tv italiana. 180 adolescenti tentarono il suicidio, 167 si spaccarono la capoccia al muro, 12 mamme impazzirono al solo sentire il suono di quella voce, 15 padri passarono la notte co na trans, 1034 apparecchi televisivi esplosero, mentre 13 del pubblico parlante finirono in analisi a partire dal giorno dopo. Un sabato pomeriggio da film horror, tanto da far sparire DEL TUTTO dagli archivi Fininvest quella mitica puntata, etichettata come MALEDETTA.
Solo una copia è ancora in circolazione, chi la vede muore dopo 7 giorni.

Così nasceva il MITO Maria De Filippi. Sfanculata Lella Costa, della serie così te impari a magnà i facioli co le cotiche prima della diretta, Amici diventa SUO.
Nel 1994 presenta Amici di Sera in prima serata, con i sottotitoli per i sordomuti lasciati costantemente in sovrimpressione visto l’altissimo numero di casi in cui il volume, da casa, veniva fatto misteriosamente sparire.
Nel 1995 sposa l’amato Maurizio Costanzo. Rotolando sopra di lui come una circense, Maria arriva dinanzi all’allora Sindaco di Roma Francesco Rutelli per dire SI’. La coppia traumatizzò a tal punto Rutelli da trasformarlo da verde/radicale a cattolico/rompicojoni, con tanto di rito di castità. La Palombelli a Maria ancora la sta a cercà…
Con il 1996 inizia a cannibalizzare la rete, conducendo nel primo pomeriggio di Canale 5 Adamo ed Eva, che diventerà successivamente Uomini e Donne.
Il mondo delle troniste mignotte, dei tronisti frocioni e palestrati, condito da un pubblico parlante raccattato tra il mercato de Tor Bella Monaca, Tor de Quinto e Spinaceto conquista gli italiani, impazziti da cotanto trash televisivo. Un trash che all’inizio, ATTENZIONE, parte con MARITI e MOGLI in crisi, per poi trasformarsi in tutto quello che oggi noi conosciamo bene.
Nel 1997 fa suo il Telegatto in quanto DONNA DELL’ANNO, zittendo chi malignamente in platea bisbigliava “ma se c’ha più baffi der marito!”. Passano 12 mesi ed Amici, il talk pomeridiano, passato da canale 5 ad italia 1, chiude baracca e burattini, andando in pensione.
Intervistata quella gran pompinara di Monica Lewinsky nello speciale COPPIE, nel 2000 SCOPRE Tina Cipollari e soprattutto C’è Posta per Te, versione rivisitata di  Carramba che Sorpresa della Carrà (cosa li differenzia? Na busta da lettere). Ma nessuno sembra farci caso, quindi che cazzo ce frega?!?
Sempre nel 2001 su Italia 1 parte un nuovo programma, Saranno Famosi, condotto da quello sfigato di Daniele Bossari, noto per far FLOPPARE qualsiasi cosa condotta o anche solo nominata (grattamose).

A far risollevare il programma viene chiamata proprio lei, Maria, che trasforma la trasmissione in un successo senza precedenti. Il pubblico ggggiovane scopre un nuovo mentore, costringendo la stessa conduttrice a sentisse ggggiovane. Per anni la vedremo così andare in onda vestita ONYX, con addosso gingilli raccattati tra CIOE’ e le patatine di Primi Baci.
Il cambio d’immagine è ormai TOTALE.
Dalle tute lunari e coprenti dei primi anni, Maria inizia a scoprirsi, mostrando gambe e braccia, dando in pasto agli italiani una femminilità fino ad allora totalmente nascosta. Stanca di essere parodiata da chiunque, Maria tira fuori la donna che è in se grazie a Kledi, costretto a farla “ballare” a C’è Posta Per Te.
Dopo 18 puntate di tentativi, in cui Kledi pareva la vecchia cor ceppo di Twin Peaks, perchè costretto a prende e spostà un tronco, Maria riesce ad alzare CONTEMPORANEAMENTE ginocchio destro e dito medio della mano sinistra.
Un evento più unico che raro. In studio quel giorno, dall’emozione, 3 nonne infartuarono, mentre per Kledi iniziò un pianto isterico, interrotto solamente più tardi, in bagno, spaccandosi la fronte sullo specchio, con tanto di ghigno alla Bob.
Da bozzolo a farfalla, la metamorfosi della sanguinaria è ormai completata.
Il trittico delle meraviglie, C’è Posta/Uomini&Donne/Amici, va da Dio, ma Maria sente il bisogno di cambiare e provare nuove strade.
Nun l’avesse mai fatto.
Nel 2005 conduce un’EVOLUZIONE Reality di Uomini&Donne, Vero Amore, nel 2006 Unanimous e viene chiamata a risollevare gli ascolti di Un,Due,Tre,Stalla della d’Urso, finendo per produrre Il ballo delle Debuttanti nel 2007. 4 trasmissioni, 4 flop. D’altronde Maria non sembra più riuscire ad uscire dal tunnelCARTE, SFIDA, RVM, SQUADRE, CELENTANO, CHICCO, GARRISON TE PREGO NUN PIAGNE!
Spesso a Roma la si può incrociare per strada, mentre a buffo dice tutto ciò… Da cacasse sotto de paura.
Cambiano le trasmissioni, non cambia il modo di condurle ed organizzarle. Amici è ormai il suo INCUBO peggiore. Non contenta e stakanovista, fa sue pure le TELEPROMOZIONI. Mandato sotto i ponti Mastrota, le telepromozioni della De Filippi passano alla storia come i migliori lassativi mai visti sul mercato, roba che in confronto la Marcuzzi con Activia te fa fa solo le puzzette. 
Nel 2009, dopo tante voci che la volevano come conduttrice, va a fare la VALLETTA a Paolo Bonolis per il Festival di Sanremo, vinto dal SUO Marco Carta. 5 ed in croce le parole dette da un’emozionatissima De Filippi, decisamente incapace di trattenere la gioia per essere sul palco dell’Ariston, tra l’altro truccata come il lemure di Madagascar, stuprato dalla zebra! Il mondo intero si chiede il PERCHE’ della sua inutile presenza, ma lei giustamente zittisce tutti con la sola alzata del sopracciglio destro. Nelle ultime stagioni diventa MADRINA di Italia’s Got Talent, dove raccatta il peggio dell’italiano medio e lo porta in tv, al grido ‘Corrado suka‘. Non contenta, in pochi anni partorisce ‘fenomeni’ come Valerio Scanu, Emma Marrone ed Alessandra Amoroso, consegnando le redini della musica italiana ad un branco di bimbominkia assetati di ormone.
Da sempre circondata da omosessuali, Maria nel tempo si è trasformata in una vera e propria icona gay, capace di CREARE e PLASMARE finocchi televisivi di prima qualità. Tante le voci sulla sua vita sessuale, mai del tutto appurate ed ufficializzate, per un matrimonio, quello con i baffi di Maurizio Costanzo, ancora oggi clamorosamente in piedi.
Un figlio da crescere, 9 telegatti da spolverare, uno Zanforlin fatto sparire chissà dove, una Cipollari da imboccare, un Gianni Sperti da nutrire, tanti ragazzini pseudo talentuosi da accudire, tre trasmissioni da trascinare e un’Italia intera da intrattenere e fare incazzare, perchè giustamente “IO? MA SEI MATTO, IO NON GUARDO LA DE FILIPPI”, per poi fare il 25% di share a botta!
53 anni oggi, una donna, un mito, un modello, un disastro autoriale, una rovina per l’intero Paese, W Maria.

P.S. ‘cronostoria’ non ufficiale, basata su fatti realmente accaduti, amplificati e a volte inventati.

Autore

Articoli correlati